Un Hobo è un vagabondo che adotta in maniera tendenzialmente volontaria uno stile di vita senzatetto improntato alla semplicità, al viaggio, all’avventura, alla ricerca interiore, alla marginalità, svolgendo talvolta lavori occasionali.
L’etica e la cultura Hobo si forma a partire dalla seconda metà dell’Ottocento in America e si sedimenta nel tempo come un insieme caratteristico di valori ed anche di linguaggi particolari. Emerge con gli scrittori come Jack London ed i cantautori degli anni cinquanta e della beat generation come Jack Kerouac.
Secondo i poeti e gli avventurieri che si sono riconosciuti ed hanno contribuito alla rivalutazione della cultura hobo, l’etica dell’hobo (che distingue l’hobo dai vagabondi, dai disoccupati e dai criminali) è un’etica di libertà che «non rifiuta il lavoro ma rifiuta lo schiavismo» e che allo stesso tempo condanna la violenza e il furto.
Negli anni sessanta e settanta, pur continuando, il fenomeno hobo vede declinarie la sua filosofia originaria nella cultura degli hippie statunitensi e poi europei e nei loro viaggi, spesso in autostop o con furgoni adattati, tra i grandi festival americani, in Europa o in India.
Attualmente tracce della cultura e soprattutto dello spirito hobo sono riscontrabili soprattutto nel Backpacking e nell’Interrail, tra i motociclisti e nella cultura rave.


 

veranda                                                  cucina ospiti
Il pavimento in cotto, le travature in legno, l’atmosfera del viaggiatore, la libreria con 400 titoli di guide del mondo introducono al salotto degli ospiti. Questa stanza, ampia e luminosa, si affaccia direttamente sul giardino.
I proprietari hanno scelto di far vivere lo spirito del viaggiatore inserendo nell’arredamento alcuni pezzi d’arredamento portati dai vari viaggi in Africa, Sud America, Oriente.

Qui ci si trova la sera per conversare, leggere un libro, scambiarsi le impressioni sulla giornata o chiedere ai proprietari consigli sull’escursione per il giorno seguente.

soggiorno ospiti
Le accoglienti camere da letto sono disposte al primo piani e dispongono tutte di bagno privato. La cura degli interni si nota a partire dai più piccoli particolari tutti cromaticamente coerenti.

Il silenzio che regna in questi ambienti si interrompe quando il giardino si anima di suoni quasi impercettibili che creano una dolce melodia.

L’atmosfera della casa è quella del viaggiatore, dell’avventura e impreziosita tutt’intorno da una vegetazione straordinaria.

particolari                                                  particolari